interessanti letture

La scoperta del giardino della mente – Jill Bolte Taylor

La massima espressione di libertà, per Jill, è conversare con il proprio cervello invitandolo a fare ciò che lei vuole e ascoltando ciò che lui stesso ha da dire… riconoscendo che il dolore, anche fisico, altro non è che un sintomo necessario per avere attenzione. L’autrice è una neuroanatomista che ha avuto un ictus nell’emisfero sinistro del cervello e ha potuto osservarlo dall’interno con competenza, sia mentre si è verificato che durante il lungo percorso di guarigione.

La sua visione è competente e scientifica: oltre a riconoscere i limiti di certi approcci riabilitativi, invita tutti a spostarsi “a destra” riferendosi all’emisfero che, da solo, era rimasto a consentirle di esistere.

Un viaggio affascinante, concreto e ricco di suggerimenti per costruire la propria felicità e la propria salute, scientificamente, cellula dopo cellula.

Ascoltate il racconto di quel giorno, del suo ictus e… spostatevi un po’ più a destra!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *